Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti promozioni in linea con le tue preferenze. Cliccando in un punto qualsiasi dello schermo, effettuando un'azione di scroll o chiudendo questo banner, invece, presti il consenso all'uso di tutti i cookie.

box corsi

box progetti

PRILS LAZIO 2013

PRILS LAZIO - FONDO EUROPEO PER L'INTEGRAZIONE 2012:
CONTESTO

Le Regioni negli ultimi anni hanno assunto un ruolo strategico nell’elaborazione ed implementazione delle politiche per l’integrazione civico-linguistica e culturale degli stranieri, in particolare avviando e consolidando piani regionali per l’attivazione di servizi formativi per gli stranieri regolarmente soggiornanti, in cooperazione con gli stakeholder istituzionali – in primis gli Uffici Scolastici Regionali e le Prefetture -, e gli enti del privato sociale attivi nel settore di riferimento.

Nel 2012 è stato realizzato il progetto “FEI 2011 PRILS LAZIO - Azione di Sistema per la realizzazione di un piano regionale d’integrazione linguistica e sociale degli stranieri nel Lazio” in cui il ruolo di A.S.A.P. è stato supportare la Regione Lazio ed il CTP 37 Vanni di Viterbo nella strutturazione del servizio formativo a livello regionale, acquisendo una costruttiva esperienza in materia e ponendo le basi per il suo consolidamento.

In base all’Accordo di Integrazione e ai successivi atti di regolamentazione, la conoscenza del sistema civico nonché della lingua italiana come L2 costituisce, oltre al primo fattore di integrazione sociale, requisito formale per la permanenza regolare dello straniero sul territorio nazionale. L’erogazione delle sessioni obbligatorie di educazione civica e di informazione che danno diritto agli immigrati una volta realizzate ai primi punti del permesso, è stata affidata ai Centri Territoriali Permanente, in coordinamento con le Prefetture.

La Regione Lazio, con il supporto costante dell’A.S.A.P., ha avviato e sta consolidando una politica per l’integrazione civica, linguistica e culturale degli stranieri sul territorio regionale in cooperazione con il Ministero dell’Interno e le Regioni d’Italia mediante la partecipazione attiva al lavoro del Tavolo Inter-istituzionale Permanente costituito presso il suddetto Ministero. Contestualmente, a livello territoriale, ha avviato una cooperazione costruttiva con le Prefetture SUI, l’Ufficio Scolastico Regionale e la rete dei Centri Territoriali Permanenti che ha avuto come risultato la presentazione del progetto “PRILS LAZIO – Piano Regionale d’Integrazione Linguistica e Sociale degli Stranieri nel Lazio”.